Provincia autonoma di Trento - Servizio Civile

Logo stampa
twitter  facebook  twitter 
 
Siete in:  Home / Organizzazioni / NORMATIVA
 
 

Normativa

BANNER SCUP - NORMATIVA

.

Il Servizio Civile Universale Provinciale (SCUP) della Provincia autonoma di Trento è stato istituito nel 2013 con l'obiettivo di coinvolgere il maggior numero possibile di giovani in una opportunità che si è rivelata importante al fine di maturare, acquisire competenze e crescere nella responsabilità civile.

IL QUADRO NORMATIVO DEL SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE

Legge provinciale
La legge provinciale che tratta del servizio civile è la n. 5 del 2007, la cosiddetta “legge provinciale sui giovani”. Essa è stata modificata nel 2013 per istituire il nuovo «servizio civile universale provinciale».

Ciò ha costituito una grande innovazione, la prima in Italia ad essere messa in atto. La legge è stata ulteriormente modificata nel 2018. Della legge, la parte che ci riguarda è l’intero capo II, dall’art. 16 all’art. 24.
Vedi sotto il documento “Legge provinciale sui giovani”: leggi il capo II.

Linee guida
Le «Linee guida» sono il documento politico di indirizzo, che vale per l’intera legislatura. Quelle in corso sono state approvate dalla Giunta provinciale ed hanno avuto il parere positivo del Consiglio provinciale.

Si tratta della deliberazione n. 941 del 21 giugno 2019.
Vedi sotto il documento “Linee guida”: trovi la delibera di approvazione e di seguito il testo delle Linee guida.

Regolamento di attuazione
Il Regolamento di attuazione è riferito alla legge e detta alcune norme operative, in particolare quelle relative alla partecipazione dei giovani.

È stato approvato con il decreto del Presidente della Provincia n. 12-14/Leg. del 29 dicembre 2014.
Vedi sotto il documento “Regolamento di attuazione”: trovi il testo completo.

Criteri per la gestione del servizio civile universale provinciale
I «Criteri di gestione» sono il documento contenete le indicazioni operative, rivolte essenzialmente alle organizzazioni di servizio civile, per la realizzazione del SCUP.

Esso descrive gli standard, i criteri e le modalità di presentazione dei progetti, le modalità di gestione operativa (orari, formazione, permessi, malattie ecc.), il monitoraggio e i controlli.
I «Criteri di gestione» sono stati approvati nel 2014 e successivamente modificati cinque volte. Per questo essi vengono numerati: la versione più aggiornata è la 3.0, approvata con deliberazione della Giunta provinciale n. 2117 del 20 dicembre 2019.
Vedi sotto il documento “Criteri di gestione 3.0 IN VIGORE” contiene in testo dei Criteri in vigore dall'1 gennaio 2020.
Vedi anche il documento “Confronto versioni dei Criteri.pdf” contiene l’evidenza e i commenti alle parti modificate rispetto alla versione precedente.
Per una presentazione dettagliata dei Criteri di gestione in vigore leggi QUI.