Provincia autonoma di Trento - Servizio Civile

Logo stampa
twitter  facebook  twitter 
 
 
 

MAMME E BAMBINI, CRESCERE INSIEME PER UN SERENO FUTURO

... non devo fermarmi all'apparenza delle cose ... (il progetto di Mara, Leonardo, Laura e Samantha)

padre angelo

Siamo andati a trovare Mara, Leonardo, Laura e Samantha (nella foto con il proprio OLP) i ragazzi in servizio presso l'Associazione "Casa Accoglienza alla Vita Padre Angelo", organizzazione che si pone come mission il dare risposta di tipo residenziale a bimbi, anche nascituri, con madri in difficoltà.

I ragazzi, nell’ambito del proprio progetto “Mamme e bambini, crescere insieme per un sereno futuro”, stanno avendo la possibilità di conoscere una realtà delicata, complessa, ma fortemente arricchente, di supporto alle madri ospiti nella gestione dei figli durante la loro partecipazione al laboratorio socio-occupazionale organizzato da Casa Padre Angelo. Oltre al proprio ruolo di affiancamento dei figli attraverso l’organizzazione di attività ludico-animative e di accompagnamento a scuola, i giovani offrono aiuto alle madri nella redazione/affinamento del CV, nella ricerca attiva di opportunità lavorative o tirocini lavorativi sul territorio. Tutto questo partendo dal presupposto che il recupero di una piena autonomia nella cura del proprio figlio e nella propria progettualità di vita, passa necessariamente attraverso il supporto della donna nella sua identità di madre lavoratrice. Un'opportunità che, anche grazie ai giovani in servizio, rafforzi, recuperi, valorizzi le loro competenze affettive, relazionali, di cura e tutela del proprio bambino, non trascurando la componente culturale legata all'esperienza della maternità.

“Sono persone con vissuti particolari, fatti spesso di grandi sofferenze e dolore…ma sto imparando che sono persone fantastiche! Perché da quelle storie stanno cercando di rialzarsi”. Il progetto mi sta consentendo di “capire che non devo fermarmi all'apparenza delle cose ma, prima di esprimere un giudizio, devo conoscere più in profondità le loro storie e le loro scelte di vita perché è dentro quelle stesse scelte che si nascono le ragioni di alcuni attuali comportamenti”. Condividendo questo pensiero, altri aggiungono che dal progetto “ho capito che ci sono molti modi per approcciarsi alle cose e alle persone, bisogna rispettare i modi e i tempi di ognuno se si vuole davvero offrire un supporto valido”. Concludono convenendo che “E’ bellissimo quando le mamme iniziano ad aprirsi e si confidano con te…ti fa sentire utile e gratificato del servizio che stai dando!”.

A cura di S. Michelini